Chiudi
Prenotazione

Richiedi informazioni

Si informa la gentile clientela che La Meridiana rimarrà chiusa tra i mesi di Novembre e Marzo.

Grazie per prenotare direttamente con noi!
Usa il promo code
ONLY4YOU
Per ottenere un buono da € 50,00 da spendere al nostro ristorante gourmet “il Rosmarino”

Allianz Global Assistance

Le Nostre Ricette

Le ricette regionali della Liguria sono saporite, elaborate e in genere poco dispendiose. Il grande uso delle verdure e delle piante aromatiche rendono le portate sane , equilibrate ed adatte per tutti i regimi alimentari.

Ecco la ricetta stagionale per portare un po’ della nostra regione in tavola...

Sardenaira

La Sardenaira è una ricetta tipica della tradizione ligure: si tratta di una pizza alta e soffice condita con un sugo leggero ma saporito. Ideale come antipasto, si presta bene anche per gli aperitivi, va bene per tutte le stagioni! Nasce intorno a metà 1400 nella zona di Nizza con nome di “pissaladière”, condita con cipolla e acciughe. Il passo per arrivare nella nostra regione è breve ed ogni località la personalizza con una sua variazione. La più conosciuta e riconosciuta è la “Sardenaira di Sanremo” il cui nome deriva dal fatto che inizialmente veniva condita con sarde che le davano un gusto deciso e amaro. Viene anche chiamata “Pizza all’Andrea” per via dell’ammiraglio e condottorio Andrea Doria, che ne aveva la predilizione!

Ingredienti per l’impasto:

 - 8 etti di farina

 - 2 bicchieri acqua tiepida

 - lievito di birra

 - sale

 

Ingredienti per il sugo:

 - 1 cipolla grande bianca

 - 500 g di polpa di pomodoro

 - olive taggiasche in salamoia

 - 8 acciughe spezzettate

 - aglio

 - origano

 - sale

 - olio extravergine di oliva

 

Tempo di preparazione 30 min.

Preparazione:

Disponete in una ciotola capiente la farina, due abbondanti prese di sale, aggiungete l’acqua tiepida con il lievito (per la quantità di lievito seguire le istruzioni delle bustine).

Impastare energicamente prima con un cucchiaio e poi con le mani fino ad ottenere una palla che avrà assorbito tutta la farina e non vi rimarrà più attaccata alle mani (se l’acqua non fosse sufficiente a far sì che l’impasto possa catturare tutta la farina aggiungetene un cucchiaio per volta).

Ora prendete due teglie delle dimensioni del vostro forno e ungetele con abbondante olio extravergine, dividete l’impasto in due palle e iniziate a stenderle allargandole nel proprio testo. Preriscaldate il forno a 50°, spegnetelo e metteteci i due testi a lievitare per circa un’ora.

Nel frattempo, tagliate una cipolla finemente e lasciatela soffriggere in abbondante olio e quando sarà dorata aggiungete la polpa di pomodoro, il sale e l’origano. Fate cuocere per circa 30 minuti lasciando che il sugo si restringa.

Poi terminato il tempo di lievitazione togliete le due teglie dal forno e alzate il forno a 200°C, nel mentre spargete il sugo sulla pasta, aggiungete le olive taggiasche in salamoia, le acciughe e volendo alcuni spicchi di aglio interi con la buccia.

Quando il forno arriverà a 200° infornate il tutto per 20 minuti circa. Buon appetito!

La sardenaira può essere mangiata calda ma è ottima anche fredda il giorno dopo. È una ricetta semplice, genuina eccezionale per festeggiare i compleanni dei vostri bambini o come sfizioso antipasto.

La Sardenara o Sardenaira è una ricetta tipica della tradizione ligure: si tratta di una pizza alta e soffice condita con un sugo leggero ma saporito. Ideale come antipasto, si presta bene anche per gli aperitivi, va bene per tutte le stagioni! Nasce intorno a metà 1400 nella zona di Nizza con nome di  “pissaladière”, condita con cipolla e acciughe. Il passo per arrivare nella nostra regione è breve ed ogni località la personalizza con una sua variazione. La più conosciuta e riconosciuta è la “Sardenaira di Sanremo”  il cui nome deriva dal fatto che inizialmente veniva condita con sarde che le davano un gusto deciso e amaro.

 Ingredienti per l’impasto:

  •  8 etti di farina
  •  2 bicchieri acqua tiepida
  •  lievito di birra
  •  sale

Ingredienti per il sugo:

  •  1 cipolla grande bianca
  •  500 g di polpa di pomodoro
  •  olive taggiasche in salamoia
  •  8 acciughe spezzettate
  • aglio
  • origano
  • sale
  • olio extravergine di oliva

 Tempo di preparazione 30 min.

Preparazione:

Disponete in una ciotola capiente la farina, due abbondanti prese di sale, aggiungete l’acqua tiepida con il lievito (per la quantità di lievito seguire le istruzioni delle bustine).

Impastare energicamente prima con un cucchiaio e poi con le mani fino ad ottenere una palla che avrà assorbito tutta la farina e non vi rimarrà più attaccata alle mani (se l’acqua non fosse sufficiente a far sì che l’impasto possa catturare tutta la farina aggiungetene un cucchiaio per volta).

Ora prendete due teglie delle dimensioni del vostro forno e ungetele con abbondante olio extravergine, dividete l’impasto in due palle e iniziate a stenderle allargandole nel proprio testo. Preriscaldate il forno a 50°, spegnetelo e metteteci i due testi a lievitare per circa un’ora.

Nel frattempo, tagliate una cipolla finemente e lasciatela soffriggere in abbondante olio e quando sarà dorata aggiungete la polpa di pomodoro, il sale e l’origano. Fate cuocere per circa 30 minuti lasciando che il sugo si restringa.

Poi terminato il tempo di lievitazione togliete le due teglie dal forno e alzate il forno a 200°C, nel mentre spargete il sugo sulla pasta, aggiungete le olive taggiasche in salamoia, le acciughe e volendo alcuni spicchi di aglio interi con la buccia.

Quando il forno arriverà a 200° infornate il tutto per 20 minuti circa. Buon appetito!

 

 

OK

Visitando questo sito, acconsente all'uso di cookie per fini comprendenti la pubblicità e l'analisi.
Maggiori informazioni